Genova è una città che, spesso, riserva angoli di buona cucina genuina  e cortese come nel caso de “Il Ristoro di Imma”. Possiamo dirlo? E’ un locale allegro , perché allegri di fare la loro professione lo sono Imma e Sergio, i suoi gestori. E poi l’arredo stesso e i colori di questo tabernacolo del piacere condiviso, denotano la passione per la cucina dei suoi proprietari che sono approdati alla ristorazione dopo percorsi professionali molto lontani da fornelli  e pentolame.

il ristoro di Imma

Che cucina si mangia da “Imma” ? Una cucina buona, e anche pizze eccellenti a giudicare dalla qualità degli impasti e del pane di Sergio che viene servito in tavola. Vasta la scelta con molti piatti tradizionali. Abbiamo voluto assaggiare in apertura la loro farinata: decisamente buona nei sapori, di cottura corretta. Il forno è a legna: quindi la garanzia di un prodotto che di questo risente in positivo.

il ristoro di Imma

Due primi abbiamo voluto assaggiare partendo dal classico pesto: trenette con patate e fagiolini. Esecuzione corretta con una nota morbida e vellutata per la classica salsa genovese. Corretta la cottura: un piatto assolutamente da consigliare per chi vuole avere un buon approccio alla tradizione genovese. Le linguine alla marinara che Imma ci propone, presentano un amalgama rotondo per il palato che le rende appetitose al gusto.

Il ristoro di Imma

Di tutto rispetto la frittura di pesce che ci viene proposto senza sbavature fuori regola di unto e con il pescato che non entra in lite con la panatura. Croccante alla masticazione, arriva in tavola con la giusta temperatura e un limone di accompagnamento che, per nostra vocazione , allontaniamo dal pesce.

Il ristoro di Imma

Ci lasciamo irretire dalla proposta dolce e bissiamo. Partiamo con una frolla classica che denota, però, sapienza nell’esecuzione e giusta proporzione in tema di materia unta. Concludiamo affondando il cucchiaino in una morbida e cremosa proposta declinata al Baileys che è un autentico tripudio cremoso e di croccantezze alla superficie.

 

Insomma, alla categoria “mangiare in modo spontaneo ma con gusto” , “Il ristoro di Imma ” approda in modo davvero convincente. Non mancano le interessanti cui può essere piacevole naufragare. Noi ci siamo approdati in una notte di pioggia, infatti. Ne siamo entrati viandanti bagnati, ne siamo usciti pellegrini soddisfatti.

 

 

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.