sagre a genova, gambero ligureDa Santa Margherita a San Remo tradizione e prelibatezza
Il  gambero ligure ha due colori, che sono uniti da una bontà unica . Il Gambero Viola (Aristeus antennatus ) noto già nell’Ottocento e il Gambero Rosso ( Aristaeomorpha foliacea), scoperto intorno agli anni Trenta a nuove profondità consentite dalle nuove pratiche di pesca. Il gambero rosso ha dimensioni inferiori, rispetto al viola, ma un sapore accentuato. Vengono pescati nei Golfi di Santa Margherita e di San Remo. Il gambero viola ha una colorazione che oscilla tra il violaceo e l’arancio. Il gambero rosso ha tonalità molto decise.I gamberi rossi venivano pescati , nella zona di Genova e di Santa Margherita, già negli anni Venti. Decisivo in questo senso fu l’avvento delle prime imbarcazioni da pesca a vapore. La vela stava tramontando e i nuovi mezzi consentivano la pesca oltre i 200 metri di fondale. Fu una rapida escalation che, nell’immediato Dopoguerra, portò a ritmi di pesca altissimi. Le cronache riportano anche uscite che fruttavano 10 quintali di gamberi a barca. Dagli anni Cinquanta in poi, il predominio del gambero rosso è andato declinando a favore di quello viola. Oggi il gambero ligure è sinonimo di cucina ricercata e costosa.

pesce di allevamento, gambero ligureFate un salto a Santa Margherita. 
I gamberi del Mar Ligure si trovano nei mercati delle Riviere e anche in quelli genovesi . La pesca dei gamberi rossi viene effettuata da pochi pescerecci e giornalmente. Una pesca mirata che garantisce uno sfruttamento sostenibile della risorsa. Qualità e freschezza sono garantite: nel caso vi venisse la voglia di fare un salto a Santa in attesa delle imbarcazioni di ritorno.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.