Voltri in lutto per la morte, all’età di 80 anni, di Angelo Priano. La sua focaccia aveva il nome di famiglia impresso come un marchio di garanzia: la focaccia di Priano. Un autentico mito, un culto gastronomico che aveva preso il via nel 1964 quando, con i fratelli Giuse e Franco, aveva fondato il panificio pasticceria di famiglia. La notizia è arrivata sulla pagina Facebook della storica azienda. “Proseguiamo con amore lungo il solco che hai lasciato: siamo il tuo passo saldo e sicuro nel futuro – si legge nel messaggio della famiglia – ogni volta che alzeremo le serrande e accenderemo le luci del negozio, sarai con noi… come con tutti coloro che varcando la soglia d’ingresso, non mancheranno mai di trovare nel nostro sorriso il tuo cuore di uomo buono”.

Da waterpoloitaly.it

Un’altra notizia, in queste ore, non ha mancato di destare sensazione proprio a  Voltri. Lello Steardo, “Il Gigante” di Voltri non riaprirà i battenti dopo l’emergenza Covid. Le ragioni della chiusura stanno tutte nell’impossibilità di gestire una regolamentazione che riduce i coperti in modo drastico ed antieconomico. Classe, prestanza fisica e palmares di indubbio spessore nella pallanuoto nazionale , Steardo aveva aperto il locale nel 1996, insieme alla moglie, al termine di una lunga e fortunata carriera agonistica. A darne la notizia, per primo , il giornalista genovese Paolo Zerbini, uomo di punta di Rai Regione e poi opinionista di spicco dell’emittente locale Telenord. Lo ha fatto con un post su Facebook che, in pochi minuti, ha catalizzato l’attenzione di tutti. Poi il giornalista, espertissimo di pallanuoto, Francesco Grillo Grillone ha dato la notizia a tutto il mondo della pallanuoto sul sito waterpoloitaly.it. Una gravissima perdita per Voltri e per la gastronomia genovese tutta. “Un domino” ha commentato l’imprenditore Enrico Vinelli, titolare del ristorante “Hostaria Ducale” di Salita San Matteo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.