Le mie righe di oggi, non saranno dedicate ad un vino nello specifico.  Visto il caldo torrido di questi giorni, vorrei parlarvi della possibilità di bere il vino rosso in modo diverso dal solito e cioè leggermente abbattuto di temperatura, quasi freddo.
Partiamo dal presupposto che i vini rossi non vanno mai in frigorifero proprio per evitare precipitazioni o cristallizzazioni. Esiste, diciamolo pure, una sorta di “tabù” se si parla di rossi leggermente abbattuti di temperatura. Insomma: vino rosso freddo ?
vino rosso freddoInvece, soprattutto in estate, vorrei farvi scoprire questa nuova veste del rosso, abbinato anche a piatti di pesce crudo e pesce lavorato in maniera fresca e leggera.
Naturalmente non tutti i vini possono essere messi in frigorifero ( ricordatevi solo poco prima di essere serviti) e quindi bevuti freddi. Lo possiamo fare sempre con vini dalla struttura leggera, fruttati, freschi, giovani e poco tannici e tutti con una buona spalla acida. Possiamo anche rinfrescare passiti o vini liquorosi. Comunque si parla di temperature di servizio sempre tra i 12 e i 14 gradi.  Leggermente raffreddati, insomma, perché ricordiamoci che l’eccessivo freddo riduce le percezioni di alcuni sentori, profumi e morbidezze, attenua la freschezza e la sapidità. Mentre nel passito in generale la temperatura bassa ne ingentilisce la dolcezza, rendendolo di facile beva e non stucchevole.Non tutti i vini rossi possono essere serviti freschi, tra quelli che vi consiglio e sono più adatti troviamo il Pinot nero, la Barbera, la Freisa,la Schiava e della nostra terra il Ciliegiolo e il Rossese.

vino rosso freddo Non potete farlo invece con vini di grande corpo e struttura. In questo caso  una temperatura più alta esalta la corposità e la morbidezza ingentilendone le durezze indotte dai tannini.
Provate in questi giorni di calura insopportabile a mettere un Rossese in frigorifero per una decina di minuti e servitelo fresco, magari accompagnato da un’insalata di stoccafisso… Vi  si aprirà un altro mondo… E  la voglia di bere vino rosso, accantonata in estate a favore di un buon bianco o di una fresca bollicina, ritornerà prepotente e vi darà benessere e gioia anche sotto al sole cocente.