Social chefIvano Ricchebono, il Doge, dopo il gran successo riscontrato in occasione del recentissimo viaggio in Russia, non ha un attimo di tregua. Appena sceso dall’aereo che lo ha riportato a Genova da San Pietroburgo, dove ha rappresentato la cucina genovese insieme a Marco Visciola, chef del Marin di Eataly e in perenne odore di “stella”, è già pronto per nuove avventure. Ha appena terminato la sua stagione a “La prova del cuoco” che già torna su Mamma Rai , protagonista della puntata di Linea Verde dedicata alla Liguria. Lo fa postando, da vero social chef,  una  foto in barca con Daniella Ferolla, affascinante conduttrice del programma di Rai1 e già Missi Italia nel 2001. Zar

social chefMa il viaggio in Russia,a seguito della delegazione del comune di Genova in occasione del prestigioso Forum Economico Internazionale, non ha avuto solo lo chef stellato come protagonista. Primo piano assoluto per la first lady Elisa Arduini che ha documentato con la solita puntualità l’intero viaggio. Attraverso i suoi post social ha raccontato l’ufficialità del viaggio, ma anche il backstage, come si addice ad una vera social manager. E ha “beccato” anche un Marco Visciola in stato di grazia, euforico e molto comunicativo. Ha saputo cogliere un tratto che il ragazzo di Sessarego tiene sempre un po’ riservato. Cronista

Enrico Vinelli, solido imprenditore del settore auto folgorato sulla strada del food, è stato al centro della cronaca gastronomica di questa settimana. Nei giorni scorsi ha infatti coronato il suo sogno: aprire il suo nuovo locale in Salita San Matteo. L’ha chiamato Hostaria Ducale e,dopo una  sbirciata al menù (c’è anche quello in russo) ed uno alla carta dei vini, si può dire che si tratta di un locale di alto profilo. In occasione dell’inaugurazione, che ha raccolto tante presenze, non ha voluto far mancare la sua presenza all’amico il commendator Aldo Spinelli. Ma anche l’indimenticato Mario Bortolazzi ha voluto fare un assist dei suoi all’amico Enrico pronto ad andare in goal direttamente dalla cucina. Inutile dire che Vinelli, cuore rossoblù, ha gradito il doppio queste testimonianze di affetto. Bomber

Andrea De Galleani ha un’idea. Inserire nel prossimo menù una novità: lo spaghetto al pomodoro. Non ridano i neofiti di cucina perché lo spaghetto al pomodoro perfetto, tra gli chef, è un po’ come la pietra filosofale tra gli alchimisti. C’è tutta una corrente di pensiero secondo la quale sia un piatto difficilissimo da eseguire. Ma Dega non è certo uno che si spaventa. Prestate attenzione alla prossima carta: troverete delle sorprese. Alchimista

Roberto Panizza, che tutti conoscono come ambasciatore del pesto nel mondo e patron de Il genovese, è un fine gourmet. Pensate che ha postato sul social la foto di una preparazione molto particolare: il “belo” del tonno in umido. Un piatto tutto da capire ma che può dare molte soddisfazioni. A chi rimarca il suo coraggio, ha ribadito che “Non ci piacciono le cose facili”. Ma per dimostrare che chi di pesto sa, non soli di pesto sa, Roberto Panizza, ha postato i suoi saluti dal social nientemeno che in compagnia dello chef Mauro Colagreco, chef del tristellato Mirazur di Mentone. Ma non era andato lì per fare la bella vita,anches e poi ha scattato le  foto di tutti i piatti per conservarle gelosamente.   Alla prestigioa tavola la c’era anche lo chef statunitense David Kinch, grande estimatore della cucina genovese. E i due hanno parlato a lungo: stay tuned al social chef.  Born in USA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.