Il tartufo ligure della Val Bormida, a detta di esperti, non avrebbe nulla da invidiare al più blasonato tartufo di Alba. La stagione del tartufo inizia nella metà di settembre e termina a fine anno. Località Cosseria, Cengio, Cairo Montenotte, Millesimo. Protagonisti i cercatori ed i cani da tartufo. Il tartufo bianco,che è  molto pregiato, ha una buccia liscia fra il crema ed il nocciola. Sformato di tartufoCol tartufo nero, più diffuso e meno pregiato, in queste valli è stata creata una ricetta deliziosa e saporita, lo sformato di tartufo. Ora vi dovete procurare: mezzo litro di besciamella, 120 grammi di formaggetta savonese, 120 grammi di tartufo nero tritato, 30 grammi di formaggio grana grattugiato, 3 uova, mollica di panini, sale, pepe. A questo punto dovete tritare tutto  ed amalgamare. Non resta che  è da versare in uno stampo imburrato ed infarinato da cuocere in forno 30 minuti a 200 gradi. Va, ovviamente, servito  tiepido.

Mauro Salucci
Mauro Salucci è nato a Genova. Laureato in Filosofia, sposato e padre di due figli. Apprezzato  cultore di storia,  collabora con diverse riviste e periodici . Inoltre è anche apprezzato conferenziere. Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive di carattere storico. Annovera la pubblicazione di  “Taccuino su Genova” (2016) e“Madre di Dio”(2017) e   "Forti pulsioni" (2018) dedicato a Niccolò Paganini. ULtimo arrivato  il libro dedicato ad un sestiere genovese importante come quello di " Portoria e Molo". Mauro Salucci lo potete anche leggere su SALUCCI  SUL WEB.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.