Anche adesso che è tornato, come sempre, protagonista al Grecale, nella sua Messina, Paolo Romeo, quella Genova che si è lasciato dietro a cavallo di un paio di capodanni fa, non l’ha proprio dimenticata. Sembra ieri l’epilogo della sua avventura alla guida della cucina di Shalai Siciliano Contemporaneo.
Così, di ritorno da Milano, dove ha partecipato a “Identità golose”, Paolo Romeo non è mancato all’appuntamento con Genova. Una città  che è stata  il momento di svolta di una carriera che racchiude momenti importanti dentro ad importanti momenti.

 

Lo abbiamo incontrato a pranzo in quella bomboniera che è il “C’era una volta” di vico Falamonica. Quello che ci ha sorpresi, ma neppure tanto a dirla tutta, è che abbia ordinato solo cucina genovese di tradizione. Un robusto tris di coloratissimi e gustosi pansoti in salsa di noci, ravioli al tocco genovese e pesto di quello gustoso di trofie con patate e fagiolini. Trippe e buridda di secondo: tanto per fare un pieno di quelli umori genovesi di cui Paolo Romeo non ha ancora metabolizzato la mancanza.

Per lui che , campione italiano di cous cous a San Vito lo Capo, descrisse la vittoria come un ponte ideale tra due terre, Liguria e Sicilia, che rappresentano, poi, i suoi due amori insieme alla famiglia e alla cucina.

Paolo RomeoRiesce difficile sintetizzare le tante cose dette in una chiacchierata tra amici, dove i profumi di Sicilia e le promesse di una cassata senza pari, sono uno degli argomenti principali . Volete un virgolettato? Quando il giornalista ti è amico è utile dichiararlo e si procede per sensazioni, non per le impervie vie dei titoli a sensazione.

 

pAOLO rOMEO

 

E allora hai piacere di dichiarare che l’autunno caliginoso e un po’ così di una Milano che vive la sua ennesima stagione felice, porterà novità a Paolo Romeo. O per meglio dire la novità sarà proprio lui in persona. Volevate la notizia? Eccola servita, con le doverose luci d’ombra, mentre si discute ancora del momento felicissimo della profumatissima Sicilia. Un Rinascimento gastronomico che vede anche la sua raffinata cucina di pesce e di tradizioni rivisitate, nel ruolo di protagonista.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.