Girando per la città è facile imbattersi in targhe di vie, vicoli, ma anche luoghi che evocano nomi legati al cibo. Insomma: una Genova prelibata.
Se la toponomastica è “il piatto forte” non sono da meno nomi e cognomi.
E allora addentriamoci in questo giro della città e dove partire se non da una porta?
Genova prelibataQuale? la più indicata quella per antonomasia e storicamente testimoniata che risponde al nome di Porta Siberia!
Siberia esattamente, ma nel suo nome antico quello per cui era nata, dalla quale entravano in città le risorse più importanti per sfamarla, quelle appunto del cibo.
E quindi proviamo a nominarla con il nome di un tempo “Cibaria”
Prima di addentrarci nei vicoli o nelle vie del centro storico rimaniamo per un attimo in ambito portuale con la Calata e il Molo dei Salumi.
Piazza Pollaiuoli , quella delle Erbe, vico dei Droghieri e poi quello dell’Oliva, continuando con vico del Fico, del Fornaro e delle Vigne per citarne alcuni.
Genova prelibataNomi e cognomi di una Genova prelibata? Non c’è bisogno di scomodare la potente famiglia dei CYBO o CIBO che dir si voglia imbattiamoci nei più mortali e comuni Sigg. Lasagna /Lazagna, Pittaluga, Sciaccaluga e Piccaluga, Tagliafico, Pevere (da pepe) o Zafrano (da zafferano), Sale e i Bisagno o Besagno che non possono che essere associati alla nobile attività del coltivatore o meglio ancora del fruttivendolo.

 

 

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.