Una torta che ha come protagonisti i fichi e la loro dolcezza. A fare da contraltare acido l’utilizzo di un ingrediente antico, di tradizione come la prescinseua, quagliata genovese. Fichi e prescinseua: il  tutto riassunto in una sbriciolata che richiama altre cucine e gradevolissime consuetudini. Che dire? Solo da provare..!

210g farina “00”
90g fecola di patate
100g zucchero,
100g burro fuso,
1 uovo, 1 bustina di lievito,
un pizzico di sale
350g di PRESCINSEUA VIRTUS
2 cucchiai di zucchero
50g amaretti
10 fichi belli maturi
Zucchero a velo

Fichi e prescinseuaMescolare la farina, il lievito, lo zucchero e un pizzico di sale. Aggiungete l’uovo e il burro fuso. Lavorare l’impasto non troppo a lungo sbriciolandolo con le mani. In un’altra ciotola unite la prescinseua allo zucchero, pulire al vivo i fichi.
Rivestire il fondo di una tortiera a cerniera diametro 22 con un disco di carta forno, Imburrare i bordi. Coprire il fondo con uno strato di impasto base sbriciolandolo sempre con le mani e schiacciandolo leggermente. Mettere sopra all’impasto uno strato di fichi, sbriciolatevi sopra gli amaretti, ricoprire con la prescinseua e coprire con altri fichi. Ricoprire con un altro strato di impasto base sempre sbriciolato.
Mettere in forno a 180° per 40min. Lasciare raffreddare e ricoprire la torta con abbondante zucchero a velo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.