Cinghiale amico – nemico. Amico perché commestibile. Nemico perché rompe le recinzioni e crea danni a volte non quantificabili. Cinghiale di CaprenoL’hanno presa sul ridere i cacciatori di Capreno, alle spalle di Sori, che custodiscono una ricetta laboriosa, quella appunto del cinghiale di Capreno,  ma dai risultati garantiti: polpa di cinghiale (carrè, spalla o coscia), cipolla, sedano, carote, prezzemolo, ginepro, vino rosso corposo, pepe, olio sale. La polpa viene fatta saltare nel trito di sapori a cui può essere aggiunto mirto a volontà e pepe, copertura abbondante di vino. Dopo una fusione di almeno 24 ore, carne scolata e rosolata in olio extra, poi nuovamente i gusti e vino nuovo che copre la carne e cuoce per cinque ore a fiamma debole. Cinghiali. Non tutti i mali vengono per nuocere.

 

Mauro Salucci
Mauro Salucci è nato a Genova. Laureato in Filosofia, sposato e padre di due figli. Apprezzato  cultore di storia,  collabora con diverse riviste e periodici . Inoltre è anche apprezzato conferenziere. Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive di carattere storico. Annovera la pubblicazione di  “Taccuino su Genova” (2016) e“Madre di Dio”(2017) e   "Forti pulsioni" (2018) dedicato a Niccolò Paganini. ULtimo arrivato  il libro dedicato ad un sestiere genovese importante come quello di " Portoria e Molo". Mauro Salucci lo potete anche leggere su SALUCCI  SUL WEB.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.