Si parla di birra artigianale, in Liguria si legge Maltus Faber . L’azienda di Fegino, giunta a stappare la sua sua dodicesima bottiglietta sulla torta di compleanno, ha confermato la chiocciola Slow Food assegnata  in tema di birre anche per il 2021.

Chiocciola Slow Food

E’ questo il responso espresso dalla guida ai migliori birrifici d’Italia disponibile da oggi. La guida, biennale, curata da Luca Giaccone e Eugenio Signoroni, ha assegnato l’ambito riconoscimento al tenace lavoro di Massimo Versaci e Fausto Marenco. A livello  generale la guida ha fatto registrare un taglio netto nel numero di birrifici premiati sull’intero territorio nazionale. Si è passati  dai 597 della trascorsa  edizione ai 387 di quella attuale. Cambiati anche i riconoscimenti con il mantenimento della chiocciola alla quale si è aggiunta la categoria Eccellenza: in Liguria assegnata nel Savonese ad Altavia di Sassello . In questo caso si tratta di “un nuovo riconoscimento per i birrifici che esprimono un’elevata qualità media su tutta la produzione”.

Le chiocciole assegnate sono state 34 e le Eccellenze segnalate 71, divise sull’intero arco nazionale. Nel quartiere generale di Maltus Faber, a Fegino, si respira, naturalmente grande soddisfazione. “Siamo giunti alla terza chiocciola – dicono all’unisono Massimo e Fausto – e questo ci riempie di soddisfazione in quanto ritroviamo in questa menzione il riconoscimento di un percorso di qualità che dura da 12 anni in modo ininterrotto e crescente. La qualità al primo posto e l’amore per la birra di qualità. E poi un pizzico di novità che è sempre la caratteristica di Maltus Faber.” Si brinda, a birra naturalmente, alla chiocciola Slow Food.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.