salsa di pinoli Sia benedetto uno studioso di tradizioni popolari come Aidano Schmucker, che con quel nome e cognome un pò così, nel suo “Feste e cucina in Liguria” elencò bellissime ricette antiche della Liguria che non c’è più. Un bel capitolo è dedicato alle salse, che hanno il potere di arricchire anche i piatti più poveri, ad esempio i bolliti. Ecco dunque, per una cenetta tutto bollito, la “Sarsa le pigneu” (salsa di pinoli). Pinoli, mollica di pane, olio di frantoio, aceto e sale. Inzuppata la mollica in poco aceto, dopo averla strizzata va pestata nel mortaio in marmo (pestello in legno, meglio se di olivo). Aggiunta finale e graduale e lenta di olio. Per un gusto più morbido, usare aceto di mele.

Mauro Salucci
Mauro Salucci è nato a Genova. Laureato in Filosofia, sposato e padre di due figli. Apprezzato  cultore di storia,  collabora con diverse riviste e periodici . Inoltre è anche apprezzato conferenziere. Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive di carattere storico. Annovera la pubblicazione di  “Taccuino su Genova” (2016) e“Madre di Dio”(2017) e   "Forti pulsioni" (2018) dedicato a Niccolò Paganini. Ultimo arrivato  il libro dedicato ad un sestiere genovese importante come quello di " Portoria e Molo". Mauro Salucci lo potete anche leggere Salucci di web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.