Zuppa di fave: o di basane se volete

Ci sono molteplici modi di assaporare le fave in primavera. Intanto, se volete, potete chiamarla anche “basane” che è più genovese. Detto questo le potete assaporare crude con l’accompagnamento di un bel salame di Sant’Olcese, di formaggio sardo anche…Oppure le potete provare stufate. Se, invece, gradite una minestra di stagione, potete provare questa zuppa di fave certamente leggera, gustosa: un buon piatto, insomma, per palati raffinati. Per questa  zuppa potrete destinare  le fave già un po’ indurite dal procedere della stagione.

Ingredienti 

  • zuppa di faveFave fresche già sgranate 300 gr.

  • Una cipolla

  • Una lattuga

  • Due cucchiai d’olio extra vergine d’oliva

  • Poca farina

  • Grana grattugiato

  • Sale

La preparazione 

zuppa di faveLavate la lattuga e tagliatela a strisce. Tritate la cipolla e fatela soffriggere nell’olio. A questo punto aggiungete la lattuga  e fatela insaporire per cinque minuti. Aggiungete alle verdure un cucchiaio che avrete stemperato in acqua calda. Unite le fave . Non appena avrete raggiunto il bollore versate l’acqua, possibilmente calda, e tanta quanta basta a realizzare una minestra. Salate e terminate la cottura.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.