Le triglie alla genovese. Un piatto di pesce molto semplice, tradizionale ma poco conosciuto. Ricco di ingredienti e di sapori e, sicuramente, molto appetitoso. Esalta molto bene il gusto della triglia.

 

triglie  alla genovese
Da Nautica Report

Ingredienti (sono per sei persone)

  • Un chilo e mezzo di triglie medie (12)

  • Una cipolla rossa tritata

  • Due cucchiai di prezzemolo fresco tritato

  • Un pizzico di semi di finocchio

  • Due cucchiai di capperi salati

  • Tre acciughe salate

  • Funghi secchi ammorbiditi 30 grammi

  • Quattro cucchiai di olio extravergine d’oliva

  • Due bicchieri di vino bianco secco

  • Un cucchiaio di conserva di pomodoro

  • Burro 20 grammi

  • Pangrattato 40 grammi

  • Il succo di un limone

  • Sale

Pulite le triglie privandole di squame, coda e pinne. Ripulitele delle interiora, lavatele e mettetele a scolare.

Disiliscate le acciughe , togliete testa, coda e lisca centrale creando un filetto. Lavate i capperi liberandoli dal sale.

Fate rosolare nell’olio, utilizzando  un tegame possibilmente di terracotta, il trito di cipolla, prezzemolo, semi di finocchio, acciughe, capperi e funghi ammollati in acqua tiepida. Regolate di sale e bagnate con vino mescolando fino a farlo sfumare.

triglie alla genovese

 

 

A questo punto versate la conserva di pomodoro, diluita in brodo di pesce, e fate cuocere, a fiamma bassa, per una ventina di minuti.

In una teglia da forno ponete le triglie, versate sopra il sughetto. Spolverizzate con del pangrattato. Mettete nel forno già caldo a 200 gradi e fate cuocere per un quarto d’ora. Sfornate le vostre triglie alla genovese e servitele calde: ma prima irrorate con il succo di limone.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.