La torta all’amaretto si porta dietro un peccato di  gola della cucina ligure: l’utilizzo, appunto, dell’amaretto. Un gusto che trova puntuale riscontro sia nelle preparazioni salate, come in quelle dolci, come nel caso. L’amaretto, poi, è un punto d’eccellenza anche nel fritto misto alla ligure.

Torta all'amaretto

In questo caso abbiamo una torta all’amaretto che trova puntuale riscontro nella tradizione. Un dolce garbato, di molta sostanza ma anche gradevole alla vista. Una ricetta davvero interessante perché molto sfiziosa ma equilibrata.

250 gr farina
80 burro
75 zucchero a velo
1 uovo
1/2 bustina di lievito
60 gr amaretti secchi
8 cucchiai di rum
Marmellata di arance
Per la crema:
100 gr farina di mandorle
120 gr di zucchero
2 uova.

Preparare la base impastando il burro con lo zucchero unire la farina, il lievito ed 1 uovo intero. Deve diventare bella liscia.
Prendere uno stampo(anche quelli a cerniera) da 20 cm e rivestire il fondo con carta forno, imburrare i bordi. Stendere la pasta e rivestire la tortiera lasciando i bordi alti almeno 4 cm. Mettere in frigo.
Sbriciolare in modo grossolano gli amaretti e bagnarli con il rum.
Preparare la crema a freddo unendo la farina di mandorle allo zucchero, aggiungere le uova e mescolare bene per  uniformare la crema.
Prendere la torta dal frigo. Mettere sul fondo uno strato sottile di marmellata di arance. Sopra a questo mettere gli amaretti sbriciolati e bagnati nel rum ed infine coprire con la crema.
Infornare a 170 per 40 minuti Controllate comunque la cottura.
Assolutamente da mangiare il giorno dopo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.