Piatto di frontiera, sgabei le  frittelle di pasta con una fogliolina di salvia applicata sopra. Sono una tradizione della cucina che sta a mezza via tra la Val di Magra e la Lunigiana . Sono queste terre interessantissime: terre di salumi, di vini di confine e di splendida simbiosi tra pesto e testaroli. Gli sgabei sono un alimento tipico della Lunigiana. Vengono tradizionalmente consumati al naturale o farciti con formaggi o affettati. Ormai è  frequente che lo sgabeo venga proposto anche come dolce, ripieno di crema pasticcera o cioccolata. Sono, comunque,  un antipasto:   provateli con un bel bicchiere di Col di Luni.

Ingredienti 

  • sgabei le frittelle di pastaPasta di pane  lievitata 500 gr.

  • Olio extravergine d’oliva

  • Foglie di salvia (opzionale)

  • Sale

La preparazione 

  • Impastate la pasta con l’olio. Formatene dei pezzetti grossi come noci e allargateli con le dita creando delle vere e proprie striscioline. Sopra ognuno di essi andate a porre delle foglie di salvia, premendole un poco. Noi vi proponiamo questa versione che prevede la salvia, ma la tradizione rimanda anche a sgabei frittelle di pasta  al naturale. A questo punto rimettete a lievitare per circa un’ora. Friggete in olio caldo e salate, successivamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.