Manu cucina e vinoDa tempo ci incuriosiva tornare in quella che era l’antica “Da Cesira” in vico Salvatore Viale, latitudine Corso Andrea Podestà dalle parti del Ponte Monumentale. Parliamo di “Manu Cucina e vino”.
Locale rinnovato con una nuova gestione, giovane e vogliosa, che opera da un anno circa. Bella location con tavoli all’aperto abbarbicati lungo la ma suggestiva mattonata. Un ,locale che offre un ricco menù, di terra e di mare, dove i prezzi ad una prima scorsa appaiono più che giustificabili.
Ma veniamo alla qualità di ciò che abbiamo mangiato perché del servizio non possiamo che rimarcare l’allegra e competente simpatia. Si respira amore verso questo locale.

 

 

Abbiamo ceduto alla proposta di una fresca Sangria preparata secondo crismi, proposta ad un prezzo ragionevole.
Prima portata, dopo un gradevolissimo piattino di stuzzicante benvenuto, pansoti in salsa di noci realizzati in ottima qualità pur lontani dall’iconografia di tradizione. Ma buoni e di sostanza: ripieno genuino ancorché esenti dal retrogusto tipico del Preboggion, ma così li fanno ormai in pochi. Promossi nella loro proposta e nell’intenzione
manu cucina e vinoIl secondo è un ben fornito spiedino grigliato con le componenti fresche e cotte a modo. Un modo per tenersi leggeri con gusto. Approvato.
Al dolce la torta della nonna con pinoli e panna ancorché fresca ma provata dal calore esterno. Colpa nostra che tergiversiamo vanificando lo sforzo di sala. Torta ben bilanciata.
Insomma ci alziamo con il piacere di voler tornare da Manu cucina e vino e ci restano negli occhi, buongusto, cortesia e , complice la luce notturna, una location suggestiva, comoda e del tutto consigliabile

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.