Fiamma o induzione ? Come scegliere

Fiamma o induzione? La preferenza o l’orientamento alla scelta del tipo di piano di cottura mi ricorda molto quella tra il cambio manuale o automatico nelle automobili.
Direi che è soprattutto una questione di abitudine e di accettazione o meno al nuovo.
Fiamma o induzione ?Tra i più strenui difensori dei fuochi a gas vi sono i professionisti dei fornelli, cuochi/e chef, che rivendicano il loro diritto e piacere di esercitare il controllo sulla cottura.
Un altro apparente off verso i piani a induzione elettrica è l’aspetto vero o presunto legato ai consumi.

Detto che anche la bolletta del gas non scherza, va sottolineato anche come i tempi di cottura con un piano elettrico siano più celeri.

Detto di due degli aspetti negativi vogliamo considerare a favore l’estrema praticità nella pulizia, l’estetica indubbiamente piacevole e la sicurezza.
Se pensate che il piano a induzione sia solo prerogativa delle nuove generazioni vi sbagliate! Fiamma o Induzione?Vi posso garantire che oltre a una discreta fascia di clientela “grande” di impenitenti modaioli o fanatici della tecnologia, vi sono sempre più richieste di giovani che li consigliano o “impongono” ai loro genitori non più giovanissimi proprio per la maggior sicurezza.
L’assenza della fiamma libera, e altro aspetto non trascurabile l’eliminazione del possibile pericolo dovuto a una pentola traballante sulle griglie dei bruciatori, sono credenziali importanti.
A questo punto mi fermo altrimenti tradisco troppo la mia preferenza, a voi il libero arbitrio. Buona Cucina

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.