Birra al tempo del CovidLa birra è stata, per il 71% degli italiani, la bevanda più consumata nelle lunghe e difficili settimane del lockdown duro.  Anche nei mesi successivi la birra al tempo del Covid si è confermata la bevanda per eccellenza in occasione della pandemia.
Lo è stata insieme all’ acqua consumata in pari percentuale. Ha preceduto il caffè, che si attesta su percentuali poco più basse. Distanziati, nell’ordine tè, vino rosso e bibite gassate. Gli Italiani, loro malgrado, hanno spostato la socialità associata alla birra tra le mura di casa: il 65% degli italiani ha spostato qui i propri consumi, mentre il 35% (solo tra i 24-30 si arriva al 51%) continua a preferire il fuori casa per sorseggiare una birra. In questi mesi le persone hanno quindi bevuto birra soprattutto con la famiglia (64%), il 23% in condivisone con gli amici e il 13% l’ha bevuta da solo. La cena (74%) e il dopocena (19%) sono le occasioni di consumo preferite negli ultimi mesi, sono in crescita anche pranzo (10%) e aperitivo (14%). Il periodo del lockdown per gli italiani è stato un momento per sperimentare nuovi gusti, una persona su tre infatti a provato nuove birre. Un fenomeno che ha interessato il 35% delle persone con punte del 43% tra i giovani e che ha avuto come protagoniste le birre regionali e legate al territorio. Territoriale o meno, ma sempre birra al tempo del Covid!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.