BasilicoAncora di questa strana pianta “ocimum basilicum”: basilico . Una pianta che conta circa 4000 anni, a dire di Sandra Berriolo, una delle massime esperte mondiali dell’argomento. Ligure, guarda caso. In Africa è una pianta presente, ma viene utilizzata per prelevarne la canfora, senza scopi alimentari. In America centrale e del sud, dove raggiunge dimensioni notevoli ed ha sentori di menta e peperon.  Raramente viene usata in cucina:  qui l’uso alimentare si deve solo alla migrazione italiana. Normalmente considerata pianta benefica, secondo gli antichi romani per meritare la sua benevolenza era necessario ricoprirla dei peggiori insulti al momento della semina. Seriamente sospettato di avere ucciso Alessandro Magno, che lo importò dalla Persia. Il condottiero  morì poco dopo averlo portato in occidente. Anche a Creta il basilico è considerato un’erba di lutto. Una leggenda cristiana racconta che S.Elena, la madre di Costantino, trovò una pianticella di basilico ai piedi della croce di Cristo. Dove le lacrime di Maria ed il sangue di Gesù si posero . Ce n’è abbastanza per definirla una pianta buona.

Mauro Salucci
Mauro Salucci è nato a Genova. Laureato in Filosofia, sposato e padre di due figli. Apprezzato  cultore di storia,  collabora con diverse riviste e periodici . Inoltre è anche apprezzato conferenziere. Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive di carattere storico. Annovera la pubblicazione di  “Taccuino su Genova” (2016) e“Madre di Dio”(2017) e   "Forti pulsioni" (2018) dedicato a Niccolò Paganini. Ultimo arrivato  il libro dedicato ad un sestiere genovese importante come quello di " Portoria e Molo". Mauro Salucci lo potete anche leggere Salucci di web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.