La Pasticceria Italiana non ha eguali…ma c’è un dolce a stelle e strisce a cui proprio non so resistere e sono convinta che da oggi sarà così anche per voi.
Sto parlando della Cheesecake anzi della Original New York Cheesecake quella che potete gustare nelle bakery della grande mela. La versione che vi propongo ha solo una variante, io ho usato il Philadelphia come formaggio mentre la ricetta originale predilige la robiola…ma visto che qui la pasticcera sono io, mi sono permessa una licenza d’autore che secondo me ci sta proprio bene.

Ora una cosa importantissima! La Cheesecake va assolutamente preparata un giorno prima di essere mangiata, ha infatti bisogno di riposare così che gli ingredienti del ripieno si fondano pienamente tra di loro. Se la mangerete il giorno stesso non ne apprezzerete pienamente il vero sapore.
Partiamo?

Queste dosi sono x uno stampo di 20-22 cm di diametro e 6 /8 porzioni

Per la base: 

300 g di biscotti tipo digestive, vanno bene anche le macine del Mulino Bianco
80 g di burro preventivamente sciolto
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino da tea di miele

Frullare finemente i biscotti, aggiungere la cannella, il miele, il burro sciolto e lavorare il composto direttamente con una mano.

1

2

3

4
Rivestire la tortiera con carta da forno prima facendo un cerchio per la base, ungere leggermente la teglia aiuterà a far aderire meglio la carta, tagliare poi delle strisce di carta forno e rivestire i bordi.

New York Cheesecake

New York Cheesecake

Mettere alcune manciate di impasto all’interno dello stampo e creare prima il bordo e poi la base. Riporre la teglia in frigorifero per almeno 30’.

Per la crema

400 g di formaggio Philadephia
300 g di ricotta fresca di mucca
200 g di zucchero semolato bianco
150 g di panna fresca
40 gr di yogurt greco intero naturale
4 uova freschissime intere
1 scorza di limone, non trattato, grattugiata
½ di semi di 1 bacello di vaniglia
1 cucchiaio di farina bianca 00

Amalgamare il formaggio con la ricotta setacciata, yogurt, zucchero, buccia di limone grattugiata, semi di vaniglia, formare una bella crema, unire un uovo alla volta, quando sono tutti incorporati unire la panna non montata e per ultimo la farina setacciata.

New York Cheesecake

8

10

11

Rovesciare la crema nel vostro stampo e cuocere in forno statico a metà altezza, preriscaldato a 160° per 55’ a forno chiuso ed infine  5’ aprendo lo sportello del forno per far uscire il vapore.

New York Cheesecake

13

Estrarre il dolce dal forno e lasciarlo raffreddare per almeno 3 o 4 ore e poi riporlo in frigorifero.

14
Questa è la Cheesecake nuda

New York Cheesecake

 che come ho detto prepareremo il giorno prima, ora andremo a vestirla.

La versione che vi propongo io è la strawberry cheesecake ovvero quella con le fragole, ma vi è la possibilità di guarnirla di Mirtilli o di cioccolato di cui vi darò comunque indicazione.

Versione CHEESECAKE ALLE FRAGOLE: 

150 gr marmellata di lamponi di buona qualità (frutta superiore al 50%)300 gr di fragole fresche, lavate ed asciugate

 Il giorno successivo alla preparazione della cheesecake tirarla fuori dal frigo.

Mantecare la marmellata di lamponi in modo da renderla un po’ più fluida e rivestire la superficie della torta in modo uniforme.

16

17

Lavare le fragole e tagliarle a pezzettoni

19

rivestire completamente la torta e guarnire con qualche bella fragola intera.

18

Riporre la torta in frigorifero per almeno altre 2 o 3 ore.

Estrarla dal frigorifero 20’ prima di gustarla.

Per la versione con i mirtilli il procedimento è lo stesso ma utilizzeremo marmellata di mirtilli e i mirtilli freschi.

Per la versione al cioccolato fare una ganache al cioccolato scaldando 60 ml di panna e quando giunge a bollore spegnere e sciogliere dentro 75 gr di cioccolato fondente senza mescolare. Quando inizia a sciogliersi amalgamare con un cucchiaio, far intiepidire per almeno 20 minuti e ricoprire la superficie della torta.

20

Direi che tutti i gusti possono essere accontentati…oggi accontentatevi del mio!!!!

Alla prossima!!!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.