Na Peppiâ de cuculli Per i piemontesi la “Peppia” è una donna brontolona, pettegola e piuttosto brutta.
Striscia la Notizia ne ha fatto la controfigura della più celebre delle maialine animate, recentemente al centro suo malgrado di polemici dibattiti politici, al secolo Peppa Pig.
Per noi genovesi la Peppiâ è più semplicemente icucullil pratico cartoccio usato per lo street food nostrano.
Il suo nome secondo il vocabolario Curti – Puppo pare derivare dal latino “papirus”.
Che si tratti di na peppiâ de cuculli, oppure de frisceu o anche di frittura di pesce, buon appetito.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.