Essere al top si sa è una cosa assai impegnativa. 

 Poi quando si parla di top intesi come piani di lavoro della cucina, allora la cosa si fa ricca di domande e talvtopolta di grandi indecisioni. E allora proviamo a fare un po’ di chiarezza, in un panorama davvero assortito. Determinanti sono il gusto, l’uso che si intende farne e per finire il badget di spesa.

TOP DI LAMINATO – E ’l’offerta più basica ideale per chi non ha particolari esigenze. Comunque prodotto collaudato e di piacevole impatto. Ricco il panorama di offerte.

TOP IN LAMINATO STRATIFICATO (HPL) – Parliamo di un materiale generoso, con un buon appeal decisamente performante.

TOP FENIX – Materiale tecnologico formato da diversi strati di laminato ricoperti da una pellicola di nano particelle rigeneranti. Adatto agli amanti del tech.

topTOP IN QUARZO – Ha di fatto soppiantato i vecchi piani di marmo o granito. Realizzato con procedimenti di sintesi partendo da polveri di quarzite. Lo potrete incontrare anche con altri nomi che derivano dal produttore. Okite ad esempio uno su tutti.

TOP IN GRES (CERAMICO O PORCELLANATO) – Materiale particolarmente suggestivo è il più refrattario tra tutti i piani di lavoro essendo il frutto di cotture in fornaci.

TOP IN VETRO – Come per i tavoli deve piacere.

TOP IN ACCIAIO – Per sentirvi Iron man o Carlo Cracco!

TOP IN LEGNO – Evergreen, solido, qualche inevitabile piccolo segno del tempo non lo impoveriscono.

topTOP PIASTRELLATO CERAMICO – Ideale per dar libero sfogo a colori e disegni

TOP MDF LACCATO – Bello impossibile?

TOP COCKTAIL – Prodotti da combinazioni di materiali diversi, Dupont Corian (Pietra acrilica), Dekton (mix di 20! Minerali naturali più vetro e quarzo) Lapitec (Pietra sinterizzata), Abitum (Ceramica)…

TOP IN MARMO, GRANITO, ARDESIA, TRAVERTINO, PIETRA OLLARE…

BUONA CUCINA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.