Un semifreddo al canestrello che racchiude molti elementi di cucina ligure e genovese,  partire dal tradizionale dolce patrimonio dell’arte dolciaria dell’entroterra. Un dolce nella migliore delle classiche tradizioni  che prevede anche la Chantilly, preparazione che, anche, trova molti riscontri di genovesità. Ve la  proponiamo in tutta la sua dolcezza.

semifreddo al canestrello

 

 

Per la base:
250gr canestrelli
80gr burro

Per lo zabaione al passito:
250 gr passito
100 gr zucchero
5 tuorli
25gr amido di mais

Per la chantilly:
500ml di panna

Preparare lo stampo utilizziamo un vassoio da 22 ed un anello x dolci. Foderare i bordi dell’anello con una striscia di acetato per  semifreddi.
Sciogliere il burro a microonde, sbriciolare i canestrelli ed unirli al burro. Foderare il fondo dello stampo e mettere in frigo.
Preparare lo zabaione, montare bene i tuorli con lo zucchero e l’amido. Mettere sul fuoco una pentola con il passito, quando bolle aggiungere la sbattuta di uovo, non mescolare…Quando il passito arriverà in superficie cominciare a girare con una frusta. Fate addensare poi spegnete e lasciare raffreddare.
semifreddo al canestrelloPer la chantilly montate la panna(il doppio del peso dello zabaione) e aggiungetela a quest’ultimo quando sarà ben freddo.
Unire alla crema alcuni canestrelli sbriciolati.
Togliete lo stampo dal frigo e mettete mantenendo il cerchio la chantilly sopra la base. Mettete nel congelatore per almeno due ore. Togliete dal congelatore levate l’anello, mantenendo la striscia di acetato.
Decorare a piacere la superficie e rimettere in congelatore.
Toglietela dal congelatore 15 minuti prima di servirlo questo vostro semifreddo al canestrello.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.