La torta Pasqualina è certamente un must della cucina genovese e ligure. Segue delle regole, non sempre precise, motivo per cui, in certe occasioni, partono le guerre di religione circa la vera natura e la composizione della torta salata più conosciuta tra le tante tradizionali.

Parlare, quindi, di una torta Pasqualina dolce, come quella che abbiamo avuto la fortuna di assaggiare preparata dalla cake designer genovese Maria Clavarino ci ha visti, al primo assaggio, molto curiosi e “genovesamente” prevenuti.

Sono basti i primi assaggi, i primi morsi, per dissipare ogni dubbio. Si tratta di una piacevolissima variante di questo piatto classico della tradizione. Pur mantenendo una necessaria base di bietole, il gusto è piacevolmente travolto dalla cascata di ingredienti che conferiscono il giusto dosaggio del gusto dolce.

Nelle more della lavorazione uvetta, passito, zucchero, cannella trovano un filo di delicata continuità con un ingrediente tanto classico quanto versatile come la prescinseua.

Insomma un esperimento perfettamente riuscito quello di Maria Clavarino. Da oggi il panorama delle torte genovesi ha una stella in più: la Pasqualina dolce.

La ricetta 

Ingredienti per la marinatura:
300 g di zucchero 100 g di acqua cinque tuorli d’uovo

Ingredienti per la torta:
Due dischi di pasta sfoglia, 500 g di bietole, 100 g di uvetta, una tazzina di Passito, 150 g di mollica di pane, 250 g di latte intero, 70 g di arancia candita a cubetti, 150 g di zucchero, un uovo intero, mezzo cucchiaino di cannella, 250 g di prescinseua, 100 ml di panna da dolci 100 g di zucchero, 30gr di pinoli

La sera prima prepariamo la marinatura dolce dei tuorli: facciamo uno sciroppo di zucchero e acqua nel rapporto di tre a uno (300 g di zucchero in 100 g di acqua). Togliere dal fuoco lo sciroppo fare intiepidire e metterlo in un contenitore che possa contenere almeno cinque tuorli mettere ciascun tuorlo all’interno dello sciroppo distanziandolo dagli altri e lasciare marinare per tutta la notte.
Mettere a bagno 100 gr di uvetta in una tazzina di Passito fare macerare 1 ora.
Mettere 150 g di mollica di pane a bagno in 250 ml di latte intero.
Cuocere 500 gr di bietole in poca acqua una volta cotte strizzarle bene, far raffreddare e poi frullarle.
Mettere in una terrina la mollica di pane strizzata, aggiungere l’uvetta strizzata,70 gr di arancia candita a cubetti, 150 gr di zucchero e mescolare bene. 
Ora aggiungere le bietole, un uovo sbattuto e mescolare bene per uniformare l’impasto, aggiungere mezzo cucchiaino di cannella e una manciata di pinoli.

Pasqualina dolce

Stendere la pasta sfoglia su una teglia di alluminio diametro 25 mettere il ripieno e fare cinque fossette all’interno delle quali mettere i tuorli marinati aiutandosi con un cucchiaio, aggiungere un cucchiaio dello sciroppo al di sopra dei tuorli.
Unire 250 gr di precinseua, 100 ml di panna per dolci e 100 g di zucchero, mescolare bene. Mettere il composto ottenuto sopra al ripieno.
Rivestire con l’altro disco di sfoglia spennellare la superficie con tuorlo d’uovo sbattuto, spolverare di zucchero semolato e aggiungere dei pinoli.
Cuocere a 180° per circa 50 minuti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.