IMG_4244

di Marco Benvenuto

 

Una sfida stimolante, quella di coniugare Gragnano a Genova, il gusto della pasta partenopea prodotta in quello che è l’ombelico del mondo dal pastificio “G. di Martino”, con la qualità  del  pesto genovese.

IMG_8491

Gusti mediterranei che hanno dimostrato di intrinsecarsi  a meraviglia in un piatto di linguine, ma chiamiamole trenette, e la salsa verde che sta spopolando nel mondo, realizzata secondo tradizione con la sua base naturale nella piantina praese.

IMG_8495

Il pastificio Di Martino ci era stato presentato nel corso di una recentissima degustazione avvenuta proprio a Genova:  da lì la scelta di sottoporla ad una prova d’assaggio tutta targata Zena a toua.

IMG_8494

Dopo nove minuti di cottura, la pasta Di Martino ha assolto in modo perfetto al suo compito di ricevere il pesto che abbiamo realizzato rigorosamente al mortaio.

 (Il pesto al mortaio – ricetta e tutorial)

IMG_8496

 

Tenuta, rispetto dei tempi di cottura, proporzionata presenza di glutine (non tende ad agglomerare anche se non movimentata nei minuti successivi che è stata scolata. Dal punto di vista del sapore, si presenta gradevole al palatto anche se, all’acqua di cottura. avevamo aggiunta una punta di brodo di verdure per insaporire gli amidi. 

Ok , la pasta Di Martino è adatta al pesto genovese: un matrimonio che di può fare…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.