Cibo e cartoon che rapporto strano, quasi maniacale, fatto di cibi golosi ma anche strani, improponibili per non dire velenosi.
Dai mitici spinaci di Popeye alla naftalina di Eta Beta, dalle “American pie” di Nonna Papera alla mela avvelenata della strega di Biancaneve.
Ma come non si possono ricordare le “miracolose” noccioline di Super Pippo o i pantagruelici banchetti di Obelix. Spesso contrastati dalle più delicate specialità gourmandise del topo Remy di Ratatouille finendo con un buon caffè alla Tex Willer.
Ma in ultimo mi vorrei soffermare sul mitico Poldo, immagino tanto caro a Scio Polpetta e non solo, un personaggio così quotidiano nel quale ci riconosciamo un po’ tutti in quel suo fare così medio e massificato tanto da diventare l’emblema del fast food. Insomma: cibo e cartoon.
Buon appetito a tutti gli “Sbaffini”

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.