cantina clandestinaAlla Cantina Clandestina, una cosa che è ben nota è il gusto eccellente. Claudio Schiaretti e Barbara Adenè, lo hanno ben presente nel gestire questo locale che si connota in alcune scelte di gusto molto particolari e in un servizio di grandissima affabilità che fa rima con un rigoroso esercizio della professione. Locale strutturato con più livelli e, in epoca recente,anche con un dehor esterno  mignon e molto accattivante. Ma parliamo di cibo. Tartare di tonno con pesche: stagionalmente fresca e grande equilibrio.  Due frutti: uno di terra e uno di mare, dove dolcezze e sapidità contrastano e completano un intreccio che dialoga in modo garbato con il palato. Il primo è di tortelli  di cernia al ragù di ricciola. Qui giocano la freschezza del pescato e dove ripieno e sugo dialogano in perfetta armonia. Variazioni di tonno in seconda portata con un bel lavorio di consistenze e temperature all’interno del piatto. Tanto azzeccato da sembrare casuale il rimbalzo termico: a domanda la risposta è che siamo vittime di un gioco geniale che arriva dalla cucina.

Un piatto che ci colpisce e stupisce. Insorgano i puristi se abbiamo accompagnato i piatti con un Ormeasco di Pornassio 2017 di Calleri . Non si siamo sbagliati. La Cantina Clandestina è un sicuro approdo di gusto. Di tutto equilibrio il rapporto qualità prezzo, facilmente raggiungibile dalla centralissima Piazza De Ferrari così come dal frequentato Porto Antico zona Acquario. La cordialità conviviale, ben si sposa con una selezionata cantina che guarda al territorio in modo convinto senza perdere di vista il panorama nazionale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.